Arco Compound


Il compound ha un riser metallico e i flettenti possono essere o compositi o in fibra di vetro. Le pulegge eccentriche o camme sono montate sulle punte dei flettenti. Attaccati alle pulegge vi sono dei cavi in acciaio o materiale sintetico e la corda che, a sua volta, è ancorata ai cavi. L'energia necessaria per far ruotare la parte della puleggia con il raggio lungo è superiore all'energia che occorre per far ruotare la parte con il raggio corto. Le pulegge sono montate in modo che l'energia necessaria per tendere la corda sia maggiore a metà trazione e minima in ancoraggio, quando l'arciere mantiene la posizione per mirare. Quando la corda viene rilasciata questa situazione viene ribaltata e l'energia applicata alla freccia in effetti aumenta. Per esempio un arciere con un compound da 40 libbre e uno scarico del 50% in ancoraggio trattiene solo 20 libbre; ma sulla freccia si scaricano tutte le 40 libre di spinta. Il Compound favorisce una maggior precisione del tiro, anche grazie alla lente di ingrandimento posta sulla diottra del mirino; all'arco viene poi aggiunta una stabilizzazione e un indicatore di allungo (clicker). Un'altra particolarità di questo arco sta nel rilascio della corda, che avviene tramite uno sgancio meccanico. Con l'Arco Compound si può riuscire a ripetere lo stesso tiro quasi alla perfezione, mandando la freccia esattamente nello stesso punto della precedente; per questo motivo nelle gare indoor vengono usati dei particolari bersagli verticali detti "Las Vegas".